La Missione – racconto

“Ho scelto di tenere un diario, come quelli di una volta, non un registratore o un foglio elettronico, un vero e proprio diario di carta con la copertina rilegata in finta pelle. Non so perché l’ho fatto, ne sentivo il bisogno. Il professor White mi ha detto che tenere un diario è fondamentale in una spedizione scientifica ma ha definito la scelta del supporto come “anacronistica”. Ha ragione ma volevo prendere ispirazione dai primi pionieri che hanno esplorato questo continente, me li sono immaginati scrivere i loro pensieri sulla carta in mezzo alle bufere di neve, con i mezzi primitivi dell’epoca e volevo provare le stesse emozioni. I miei colleghi credono che io sia un idiota. Fanculo, ho una laurea in geologia alla Columbia.” …. continua

la missione - racconto

Parte 1

Parte 2

Parte 3