Una vita di “sì” – racconto

 

 

una vita di si

  • Che entri l’impuntato numero millequattrocentoventisei.
  • Buongiorno, vostro onore.
  • Ma lei indossa una camicia di forza!
  • Così sembrerebbe, vostro onore.
  • Mi sembra un’inutile crudeltà, è davvero necessaria in un’aula di tribunale?
  • Non si preoccupi, vostro onore, sto bene, è stranamente confortevole e almeno evito di mangiarmi le unghie.
  • Se le sta bene… d’accordo, procediamo. Lei è accusato di gravi crimini, ha da dire qualcosa in sua difesa?
  • In mia difesa non ho niente da dire, vostro onore.
  • Ma non è pentito per ciò che ha fatto?
  • Sono addolorato per quello che ho fatto, vostro onore. Non c’è dubbio.
  • Lo credo bene! Se non vuole spendere alcuna parola in sua difesa, almeno ci spieghi i motivi del suo gesto, la giuria deve sapere.
  • Ci vorrà un po’ di tempo! È sicuro, vostro onore?

CONTINUA A LEGGERE —>

in collaborazione con:

download

per altri racconti clicca qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...