La Missione – racconto – Parte 2

la missione - raccontoParte 2

Gotobi è partito all’alba con il suo gruppo di cinque uomini. Dice che le persone di cui potersi fidare in una situazione pericolosa non possono essere più delle dita di una mano, forse ha ragione e sono sicuro che queste parole siano una specie di avvertimento rivolto a me, ne prendo atto ma non credo che cambierò il modo di rivolgermi ai miei compagni. Mentre lui si sta districando sicuramente meglio di me tra liane e gorilla, io all’accampamento ho iniziato a pianificare la prossima spedizione. La prima cosa di cui mi sono occupato è cercare di riportare sulla mappa la posizione del giacimento, cosa non facile vista la complessità della foresta ma non impossibile. Dal campo riesco a vedere gli scogli di roccia che spuntano tra gli alberi e grazie al teodolite di mio padre posso calcolare le distanze in modo abbastanza preciso. Gli uomini sono affascinati dallo strumento e cercano di avvicinarsi, spesso allungando dei bastoni verso il cavalletto, credo siano convinti che sia una specie di arma. Ho cercato di spiegare loro a cosa serve ma ho riscontrato parecchie difficoltà. Le loro nozioni geometriche sono molto limitate e il loro linguaggio non ha nulla in comune con il nostro. Gotobi è ritornato dalla spedizione poco prima del tramonto. Gli uomini erano stremati e appena arrivati alcuni di loro sono crollati a terra.

Per continuare a leggere clicca qui

Leggi la parte precedente del racconto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...